sabato 15 febbraio 2014

SAN VALENTINO: UN GIORNO DA IMPROVVISARE IN FAMIGLIA


Il nostro San Valentino...... una giornata da dedicare alla famiglia. 
So che c'è un giorno dedicato proprio alla famiglia, ma per noi ogni occasione è adatta per festeggiare e stare tutti insieme. Quindi anche San Valentino ce lo autodedichiamo come abbiamo fatto lo scorso anno. Non avevo organizzato nulla.



Tutto è partito da un semplice bigliettino da fare insieme ai bimbi per ricordarci di San Valentino.
 
L'idea l'abbiamo trovato sul blog di MadreCreativa, adattata alle nostre scarse capacità artistiche e.....  voilà il nostro capolavoro: uno sdolcinato bigliettino da innamorati con le sagome di due famosi topolini (ultimamente a casa nostra non si fa che parlare di topi da quando Geronimo Stilton è entrato nella nostra libreria.....). Qui, però, ho preferito il classico al moderno.

A colazione paparino ci ha deliziato con dei soffici cornetti al cioccolato e marmellata sfornati caldi caldi dal microonde.
La giornata essendo lavorativa ci ha separati. Grandi al lavoro e mocciosetti a scuola.

Finito di lavorare ho corso come al solito, saltando anche il pranzo, per andare a recuperare i bimbi e portarli al museo in centro con la metro.
Da Natale avevo in mente di andare al Museo di Scienza Naturale un venerdì. Perché proprio il venerdì vi starete chiedendo? Perché è gratis in pomeriggio dopo le 14:00. Solo che alle 17:30 già chiude. Quindi dovevamo sbrigarci per fare un giro veloce e vedere i tanto amati dinosauri.

Macchina, metro, merendina al volo, cambio linea, museo. ARRIVATI IN TEMPO!!!!
La grande curiosona voleva guardare tutte le vetrinette. Il piccolo correva urlando da una sala ad un'altra. Piccolo appunto per il museo se proprio vogliamo essere polemici: i bimbi di un metro circa non riescono a vedere i contenuti di molte vetrinette. Tradotto per gli accompagnatori,  quindi per me, tanto sollevamento pesi. Prima uno poi l'altra.




Arriviamo finalmente alla sala dei dinosauri.













Sono passate le 17:30 e ancora non ci hanno cacciato..... Trovo un custode (due in tutto il museo!!!! uno per piano) e chiedo. 
.....Fortunelli..... essendoci una mostra, BRAIN, il museo chiude alle 19:30. Ne approfittiamo e continuiamo il nostro tour. 
Solo per caso scopro che c'è un secondo piano. Io e il piccolino siamo un po' sfatti. Giulia inarrestabile quando si tratta di cose nuove. 
Cosa fare? 
L'idea iniziale era di tornare in tempo per preparare cena. Ma abbiamo fatto tardi. E ora? Urge un piano B!!! Tra poco esce anche papi. Lo chiamo. Decidiamo di incontrarci in metro..... anzi meglio che ci raggiunga.
Ma certo come non averci pensato prima..... Piano B = IKEA
Proseguiamo e via sfrecciamo veloci tra le vetrine del secondo piano dove ci sono una miriade di animali. Credo tutti imbalsamati ed impolverati. Alcuni veramente impressionanti, altri simpatici, altri strani, altri a me sconosciuti. Insomma c'è n'è per tutti i gusti. Ci ripromettiamo di tornarci e esplorare meglio il secondo piano, di ritornare dai dinosauri, vedere le farfalle e tanti insetti repellenti che solo a guardarli anche se sono finti, morti e in foto mi fanno un tantino schifo, e comprare un libro da sfogliare a casa. 
Incontriamo papi e via tutti all'IKEA.
Cena sprint e foresta = minuti preziosi per un momento da San Valentino da dedicarci.



4 commenti:

  1. Sono le giornate più belle... dedicate alla nostra famiglia... i tuoi bimbi sono fantastici! ^_^

    RispondiElimina
  2. grazie per aver partecipato all'iniziativa fatti conoscere su kreattiva, mi piace molto il tuo blog e ti seguo volentieri ciao rosa di kreattiva

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie grazie e benvenuta. anche io ti seguo e partecipo volentieri alle tue iniziative.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...