giovedì 22 gennaio 2015

EBBENE S!!!!I CI SONO CASCATA ANCHE IO.

presa dalla rete
Eccomi con il mio primo post del 2015. Un po' in ritardo, ma meglio tardi che mai. Ebbene si! Ci sono cascata anche io. Presa dal vortice dei saldi. Presa dalla fretta quotidiana. Presa dalle piccole amnesie che mi portano a dimenticare sempre qualcosa a casa, ho deciso di provare la
cosiddetta bag in bag o transfer bag. In America va per la maggiore già da qualche anno. Qui in Italia ha preso piede da un po'. E così, allettata da un prezzo scontatissimo in saldo, ho deciso di provare questo oggetto del desiderio di molte donne organizzatissime.

Ma vediamo in cosa consiste e se ne vale la pena.

Io l'ho scelta bianca e azzurra, molto primaverile ed estiva, così da poterla usare anche "nature" nella calda stagione per uscite veloci dove la borsa a volte può essere d'impiccio. Le pratiche manigline lo permettono. Logicamente non va riempita nelle tasche esterne così come la riempiremmo nel suo uso primario. Giusto per le chiavi, il cellulare e portamonete da inserire all'interno.

Quando la usiamo, come dicevo, per il suo uso primario dovrebbe aiutare noi donne a fare i cosiddetti "trasbosrdi" da una borsa ad un'altra per poterla prontamente abbinare alla nostra mise senza perderci le cose per "strada". 

Bene, io nella mia borsa ho di tutto di più e, più sono grandi, più pesano. Praticamente diventano dei sacchi più che essere delle borse. Mentre più sono piccole, più le rimpinzo, tanto da sembrare dei salsicciotti. 
Avrete capito, quindi, che non sono molto appassionata di borse, tanto più non mi interessa che siano fashion. Mi servono semplicemente per fare dei mini traslochi ogni volta che vado a lavoro o esco.


Cosa ho messo io, ve lo dico subito.
Non illudetevi. Non centra molta roba. Almeno nel modello che ho preso io. Però, se devono esntrare in un'altra borsa non credo che gli altri modelli differinscano molto da questo.
Se osservate la foto iniziale noterete che se la riempite fuori, dentro non ci andrà nulla.







Infatti la mia è piena dentro, e fuori ci va poca roba.
Un deodorante, delle caramelle, un disinfettante (con i bambini è sempre comodo) da un lato.



Dall'altro lato, dei fazzolettini di carta, delle salviette detergenti, uno specchio e un'agendina fai da te
In un delle cerniere, un portamonete piatto.

 









All'interno una trousse per il trucco, gli occhiali da sole e il portafogli/carte una penna. Il cellulare e le chiavi di casa e macchina li prendo al volo dalla svuotatasche all'ingresso.
Per le chiavi di casa vi avevo già proposto il mio rimedio qui

Praticamente il kit base di una donna, non mamma.



Per le mamme ci vorrebbe una borsa a parte con l'occorretnte adatto a ciascuna fascia di età. Tanto per dirne qualcuna, acqua, colori, snack, giochini quando sono più grandi. Pannolini, cremine, ciuccio, ecc.
Per saperne di più vi rimando al post di mammafelice sul kit di sopravvivenza per mamme con bimbi molto più dettagliato.

Comunque, tra qualche mese vi saprò dire se funziona anche per me o dovrò rassegnarmi a perdermi le cose per "strada".

2 commenti:

  1. Lo sai che non la conoscevo? Mi sembra un'ottima idea! Io sembro un albero di Natale, tra borse e borsette dove infilo di tutto! La vogliooooooo!!! GRAZIE della dritta!

    RispondiElimina
  2. Si molto pratica. Forse potrebbe interessarti un altro aggeggio utilissimo. Questo però è per le faccende domestiche.
    http://mammaemamme.blogspot.it/2015/08/il-mio-ultimo-acquisto.html?m=1

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...